Provini folli. Alla Maison GoDoT continua il connubio teatro e pubblico. Da giovedì 3 a domenica 6 giugno debutta “Crazy Boulevard”.

Condividi con un click

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ancora teatro, tanto teatro, perché di teatro, e di cultura, non si è mai sazi. Soprattutto dopo un periodo di “digiuno” forzato dovuto alla chiusura dei luoghi deputati agli spettacoli a causa della pandemia. E così la Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa, dopo ben due settimane di repliche piene di successo e di spettatori, con il ritorno in scena de “L’attrice” il one woman show dell’attrice Federica Bisegna la cui interpretazione ha ancora una volta esaltato le capacità recitative, ha deciso di proseguire l’inaugurazione della Maison GoDoT con un altro spettacolo che debutta questo giovedì 3 giugno e che vedrà impegnati gli allievi del laboratorio junior e alcuni giovani attori del laboratorio senior. Il sipario questa volta si aprirà per “Crazy Boulevard – provini folli” scritto da Federica Bisegna, dai testi originali di alcuni allievi, e con la regia e le scene di Vittorio Bonaccorso e si andrà in scena alle ore 20 di giovedì 3, venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 giugno sempre alla Maison GoDoT (via Carducci) . E’ un divertentissimo spettacolo che in verità la compagnia teatrale aveva portato in scena molti anni fa ma che torna adesso in una versione totalmente inedita e che segna dunque il debutto anche per alcuni giovani allievi-attori finalmente pronti a salire sull’atteso, attesissimo, palcoscenico dopo lo stop forzato di parecchi mesi. E tra citazioni e divertissement, “Crazy Boulevard” ci farà divertire offrendo uno spaccato di quanto realmente avviene nei provini del mondo dello spettacolo, tra cinema e teatro, dove a volte si farebbe di tutto pur di avere la parte. E così, nella scena, due registi si contendono un ciak, ma differenti e numerosi attori si contendono una parte. Strampalati e coinvolgenti episodi si susseguono alternando scene esilaranti. Come anticipato dal titolo “Viale della Follia”, richiama un grande classico del cinema, “Viale del Tramonto” (Sunset Boulevard), intramontabile capolavoro di Billy Wilder del 1950, opera con cui il regista americano manifestava una forte critica ai cinici meccanismi dello star system di Hollywood. La citazione proseguirà sul nuovo palco di Maison GoDoT, dove la protagonista non riesce più ad individuare la labile frontiera che separa il reale dall’irreale, cioè la vita di tutti i giorni da quella creata sul palco, cadendo nella follia. Sul palco ci saranno Emma Bracchitta, Claudia Campo, Marco Cappuzzello, Niccolò Delacroce, Emanuele Di Maria, Giulio Di Martino, Alfredo Gurrieri, Flavia Iurato, Andrea Lauretta, Martina Marino, Samuel Marsiglia, Riccardo Massari, Gabriel Napoli, Giulio Orsini, Anna Pacini, Nicola Ricca, Althea Ruta, Mattia Zecchin. La messa in scena di avvale della collaborazione di Giuseppe Arezzi, Beatrice Bracchitta, Monica Chessari e Lorenzo Pluchino.

“Viale della Follia vuole essere una citazione da Viale del Tramonto – spiega il regista Vittorio Bonaccorso che cura anche l’intero progetto dello spettacolo – Mi è sembrato questo il titolo che potesse riassumere il senso del mestiere dell’attore. Cosa sono il cinema e il teatro se non “luoghi mentali e magici nella cui finzione si nasconde il reale senso delle cose”. È una definizione che ho coniato – e sulla quale ho basato tutto il lavoro con gli allievi in questi anni – perché credo che il “gioco” su cui insistiamo stia proprio in quel confine che separa il reale dall’irreale, la vita di tutti i giorni da quella creata sul palco. Come la protagonista di quel film memorabile (citata all’interno del nostro spettacolo) non riesce più ad individuare quella labile frontiera cadendo nella follia, così chi lavora nel mondo dello spettacolo, a volte, non riesce più a distinguere i propri limiti cadendo, il più delle volte, nel ridicolo. Questo senso del ridicolo si sublima poi nei famosi “provini” (da qui il sottotitolo) che ogni buon attore deve affrontare. Provini che, nella maggior parte dei casi, non mettono in risalto le qualità della persona giudicata, al contrario la penalizzano: vuoi per l’emozione, vuoi per il tempo esiguo, vuoi per la “presunzione” di certi registi. Ho voluto mettere questo aspetto del mestiere dell’attore alla portata dei ragazzi perché solo loro riescono a coglierne tutti i lati comici, con quella freschezza che è tipica del mondo dell’adolescenza. La scrittura originale di Federica Bisegna ha inglobato anche i testi di alcuni allievi, i quali si sono divertiti ad inventare situazioni al limite del surreale. Il mondo fantastico dello spettacolo si unisce così alla follia del quotidiano poiché, come sappiamo, solo i pazzi sono i detentori della ”verità” e solo loro possono essere veramente e fino in fondo “geniali”. I ragazzi, a dispetto del periodo della pandemia, non si sono voluti mai fermare e, malgrado tutte le difficoltà e restrizioni, sono arrivati alla meta”. Per info e prenotazioni è possibile contattare i recapiti telefonici 3393234452 – 3384920769, o scrivere a info@compagniagodot.it. La prenotazione è obbligatoria e la prevendita è aperta presso Maison GoDoT, Beddamatri, Usa Sport. I posti sono limitati e il biglietto è di appena 5 euro.

2 giugno 2021

ufficio stampa

Carmelo Saccone per MediaLive

sembra ti stia annoiando

E questo ci fa tanto stare male. Fai qualcosa!

Nella pagina dei contatti troverai un gioco!