“Facciamo luce sul teatro”. Anche a Ragusa, grazie alla Compagnia G.o.D.o.T., lunedì si riaccende l’attenzione sui teatri italiani. Previsto sit-in dinanzi la Maison Godot

Condividi con un click

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

RAGUSA – Facciamo luce sul teatro. Anche la Compagnia GoDoT di Ragusa aderisce all’iniziativa promossa da U.N.I.T.A. – Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo, presieduta da Marco Bonini. Lunedì 22 febbraio, dalle ore 19.30 alle ore 21.30, dinnanzi la Maison Godot (via Carducci 273), i componenti della compagnia ragusana diretta da Vittorio Bonaccorso e Federica Bisegna “incontreranno” il pubblico, gli amanti del teatro e chiunque vorrà mostrare solidarietà al settore teatrale messo così a dura prova dalla pandemia.

Nel rispetto di tutte le regole anti-Covid, su un registro che la compagnia metterà a disposizione, si potrà lasciare il proprio messaggio di sostegno nei confronti degli attori ragusani e di tutti gli operatori del comparto teatrale d’Italia. Sarà un modo per accendere i riflettori sulla difficile realtà che il settore sta vivendo e sulle preoccupazioni in merito al destino che attende tutti i teatri italiani e i professionisti che vi lavorano.

Prima realtà teatrale ragusana ad aderire all’iniziativa nazionale promossa da U.N.I.T.A., che in queste ore sta raccogliendo l’adesione di centinaia di teatri e luoghi di cultura sparsi in tutta Italia, la Compagnia G.o.D.o.T. si rivolge ai suoi sostenitori e a tutta la cittadinanza affinchè offrino la propria vicinanza e la loro testimonianza a favore del teatro. In questi lunghi mesi di pandemia i teatro hanno sofferto più di tutti, obbligati a chiudere e con ristori ridicoli. Un settore dimenticato per scelte governative da ritenere errate.

La Compagna G.o.D.o.T. ha “reagito” addirittura aprendo, in totale controtendenza, un piccolo teatro, la “Maison Godot” e lanciando attraverso i social alcuni spettacoli con la possibilità di visione a pagamento. Dopo il successo del “Canto di Natale” di Dickens e del varietà di Capodanno, due spettacoli che hanno avuto molti spettatori paganti grazie allo streaming, nelle prossime settimana sarà online il nuovo spettacolo “Il Sipario di Vetro” tratto dalle novelle di Luigi Pirandello. Il teatro non si vuole fermare e non si ferma!

“Aderiamo all’iniziativa di Unita “Facciamo luce su teatro” – commentano Federica Bisegna e Vittorio Bonaccorso – e condividiamo la richiesta che l’associazione nazionale lancia al Governo e ai cittadini affinchè si torni immediatamente a parlare di Teatro e di spettacolo dal vivo, che si programmi e si renda pubblico un piano che porti prima possibile a una riapertura in sicurezza di questi luoghi, chiusi da un anno”. L’appuntamento è dunque per lunedì prossimo, 22 febbraio, dalle ore 19.30 alle ore 21.30, dinnanzi la Maison Godot (via Carducci 273). Saranno rispettate tutte le disposizioni anti-Covid.

Ed intanto, sempre sui social, la compagnia ha proposto anche piccoli spezzoni di spettacoli, diffusi in forma gratuita. L’ultimo intervento vede l’attrice Federica Bisegna dialogare in modo immaginario con il nuovo premier Mario Draghi che l’ha scelta, in qualità di tecnico, per essere ministro. Ma, naturalmente, è solo un sogno ad ulteriore testimonianza di quanto la politica sia lontana dal mondo del teatro, continuando a scegliere politici anche per figure chiave come quella del ministero che si occupa del mondo dello spettacolo. Per informazioni: 339 323 4452 – pagina facebook Compagnia GoDoT o il sito web www.compagniagodot.it.

19 febbraio 2021
ufficio stampa

Carmelo Saccone per MediaLive

sembra ti stia annoiando

E questo ci fa tanto stare male. Fai qualcosa!

Nella pagina dei contatti troverai un gioco!