Anche i Santi hanno i brufoli. Il divertente monologo giullaresco di Giovanni Scifoni in scena sabato e domenica prossimi al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla.

Condividi con un click

RAGUSA – Pure i Santi hanno limiti e imperfezioni, perdono la pazienza e come tutti noi sono parte dell’Umanità con difetti e problemi, e proprio come noi hanno a che fare anche con piccoli fastidi come … i brufoli! Ci sarà da divertirsi nel prossimo spettacolo in scena al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla per la stagione teatrale che prosegue con “Anche i Santi hanno i brufoli”, monologo giullaresco di e con Giovanni Scifoni, accompagnato dagli strumenti di Davide Vaccari e Maurizio Picchiò. Sarà in scena sabato 12 febbraio alle ore 20.30 e domenica 13 febbraio alle ore 18.30. In questo racconto il bravo attore romano fa scendere dall’altare quattro noti Santi e ne illustra la storia e alcuni celebri episodi evidenziandone gli aspetti prettamente umani, indagandone le personalità, i pregi ma anche i difetti.
Le vite e le opere di San Giovanni Bosco, Sant’Agostino, San Giovanni di Dio e Santa Francesca Romana, storie che una volta erano raccontate dalle nostre nonne mentre sbrigavano le loro faccende, narrazioni in cui le gesta e i miracoli si intrecciavano mescolando realtà e fantasia, diventano attuali, e vengono portati in scena in modo innovativo e insolito. I Santi, spesso accompagnati da un’aura di perfezione che li pone molto lontano dal misero essere umano, interpellati per devota preghiera, grazie al linguaggio coinvolgente di Scifoni, si avvicinano a tutti noi, si attualizzano, si umanizzano, ne vengono sottolineate le imperfezioni, i difetti anche estetici, come i brufoli appunto, e tutto ciò li rende simili a noi comuni mortali. Ed in fondo i Santi, prima di essere tali, sono uomini imperfetti. E se con le loro fragilità e debolezze sono riusciti, grazie alla fede, a diventare Santi, allora forse, nonostante tutto, ognuno di noi se spinto da una forte fede in qualcosa può aspirare a grandi cose. Tra divertimento e risate, grazie anche alla bravura dei musicisti Davide Vaccari e Maurizio Picchiò, lo spettatore sarà coinvolto nella storia e si interrogherà egli stesso su tali importanti quesiti. Insomma un divertente appuntamento da non perdere. L’intera rassegna teatrale ha il contributo del Comune di Ragusa, dell’Assessorato al Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, del Libero Consorzio Comunale di Ragusa e della Banca Agricola Popolare di Ragusa. Sponsor sono Randstad, ST Sergio Tumino, Marina Iblea, Reale Mutua agenzia di Ragusa, Argo Software e Rosso di Sicilia. Per informazioni, prenotazioni e abbonamenti è possibile chiamare al numero telefonico 334.2208186. Info su www.teatrodonnafugata.it

7 febbraio 2022
ufficio stampa
Michele Barbagallo per MediaLive

sembra ti stia annoiando

E questo ci fa tanto stare male. Fai qualcosa!

Nella pagina dei contatti troverai un gioco!